Daimon

Δαίμων UN INCONTRO ARMONIOSO

Guardando gli scatti di Laura Majolino si rimane sorpresi non soltanto dall’accurata formalità compositiva, ma dall’intensità psicologica che è riuscita a far emergere dai protagonisti.
I protagonisti appunto, in ogni foto la coppia inizia un dialogo, si specchiano quasi a raggiungere un’intesa e lo sguardo dell’umano si perde nella curiosità dell’animale.
Un incontro armonioso, di colori e di razze, un gioco, una danza e infine una rispettosa amicizia.
La fotografia è attesa, si attende che ciò che deve succedere succeda e in quell’attimo tutto si deve condensare, così che l’immagine prodotta contenga una nuova epifania. Mi soffermo sull’idea di tempo nell’immagine fotografica perché credo che proprio al suo interno si verifichi quell’evento straordinario che permette al ritratto di svelare una storia.
L’immagine è cosa seria, l’occhio pretende, non si lascia ingannare,desidera verità. Le immagini sono immagini oneste: ciò che si vede è un mondo pervaso di intimità, di naturalezza, di ludica complicità.
Il lavoro di Laura “daimon” ha il pregio, a mio parere, di non sostenere un’idea preconcetta, ma anzi di permettere allo spettatore di entrare naturalmente in sintonia con una sorgente di energia pura che si irradia dalla scena: il colloquio tra due esseri viventi.

Milano, 2012
Print on Hahnemuhle Fine  Art Baryta
30×40 cm serie I/VI

testo di Massimo Sacchetti